shutterstock 523070689

Magnesio un minerale dai molteplici benefici.

Il magnesio è un minerale presente in grandi quantità nel nostro corpo e possiamo dunque considerarlo un elemento fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere. Il magnesio si trova in tutti gli organismi viventi, nelle piante ad esempio è contenuto nella clorofilla. Esso è dunque una sostanza di vitale importanza e di cui non possiamo proprio fare a meno! Ma dove lo possiamo trovare nell'essere umano?

 

Nell'organismo umano è presente all'interno di quasi la totalità delle cellule, nelle quali svolge un ruolo fondamentale per ciò che concerne il mantenimento del potenziale di membrana. 
Esso è infatti capace di regolare la permeabilità della membrana delle cellule a tutti i minerali.
Questa regolazione è importantissima per la conduzione nervosa e per la contrazione muscolare, per cui è evidente che una carenza di magnesio abbia conseguenze notevoli su questi meccanismi e possa provocare disturbi con sintomi di varia natura.
Solo una piccolissima percentuale si trova nel sangue dove tra l'altro è molto difficile mantenerne costanti i valori ematici.
Andiamo spesso incontro ad una sua carenza che negli ultimi anni si è sentita anche in maggior misura a causa della continua e persistente lavorazione industriale dei cibi come ad esempio la raffinatura dei cereali e la pastorizzazione o la cottura degli alimenti.
Sono tanti e di età anagrafica differente i clienti che in entrano in erboristeria lamentando più sintomi e disagi che spesso sono legati alla sua carenza.


I principali disturbi sono:

  • irritabilità, ansia e nervosismo
  • alterazione del battito cardiaco
  • stanchezza e astenia psico-fisica
  • disturbi dell'umore e depressione
  • sindrome premestruale e dismenorrea
  • cefalea ed emicrania
  • scarsa concentrazione
  • crampi muscolari
  • spasmi
  • insonnia
  • demineralizzazione ossea

D'altra parte questo minerale è coinvolto in numerose reazioni enzimatiche ed è un supporto per il nostro sistema nervoso in quanto interviene nella trasmissione degli impulsi nervosi; per le ossa, anche perchè aiuta a fissare il calcio a livello delle articolazioni svolgendo un ruolo attivo contro l'osteoporosi; e per tutto il sistema muscolare, interviene infatti anche nel potenziale cardiaco.
Il magnesio ha un ruolo importante nel metabolismo, è infatti indispensabile per il buon funzionamento dell'insulina e quindi per il corretto mantenimento dei livelli ematici di zuccheri.
Regola il pH.
È utile per aumentare le difese immunitarie in quanto interviene nella formazione di anticorpi e nel meccanismo della fagocitosi, un sistema di difesa messo in atto da parte dei globuli bianchi che inglobano, distruggendoli, corpi estranei all'organismo, come i patogeni.
Favorisce l'utilizzo da parte dell'organismo di alcune delle più importanti vitamine antiossidanti (es. vitamine E e C) e delle vitamine del gruppo B (indispensabili per il buon funzionamento del sistema nervoso) e facilita l'assorbimento di altri importanti minerali (es. potassio, calcio e fosforo).
Può essere d'aiuto nella regolazione del battito cardiaco e nel controllo della pressione arteriosa.
È molto indicato nei disturbi muscolari e nell'astenia e spossatezza a seguito di un intenso allenamento o durante un periodo di convalescenza.
Nei periodi di stress è uno dei migliori alleati per la sua azione adattogena.
Migliora anche la resistenza alla fatica e promuove la produzione di energia.
Nella donna è fondamentale sia in età fertile, quando si avvertono intensamente i sintomi della sindrome premestruale quali irritabilità, dolori e crampi al basso ventre e cefalea o emicrania, ma è benefico anche in gravidanza (sempre sotto controllo medico) e nell'età menopausale accompagnata spesso da sudorazioni e vampate di calore.

Perchè ne siamo carenti?

Sicuramente anche a causa dell'alimentazione in quanto solo una piccola porzione del magnesio introdotto con gli alimenti viene assimilato a livello intestinale, la restante parte viene espulsa.
Lo stress sia fisico che psichico causato dalle problematiche quotidiane in cui siamo coinvolti e che spesso logorano l'individuo o, ancor peggio in traumi improvvisi quali lutti o incidenti.
L'assunzione di farmaci importanti e per periodi prolungati nel tempo che depauperano anche la flora batterica intestinale e, per la stessa ragione, anche l'abuso di alcolici e un'alimentazione squilibrata.
Infine la raffinazione del sale marino, l'uso indiscriminato di concimi chimici e pesticidi e la cottura dei cibi ad alta temperatura riducono ulteriormente la possibilità di approvvigionarci in quantità sufficiente di questo prezioso minerale. 

Che cibi scegliere per assumerne una buona quantità?

Sicuramente da preferire i cibi biologici e privi di OGM.
In generale possiamo considerare come maggiori fonti di magnesio i cereali integrali, la frutta secca, i semi, i funghi, i legumi e le verdure a foglia verde.
A dosaggi corretti, sia se assimilato con l’alimentazione sia assunto con gli integratori, il magnesio è un minerale del tutto sicuro che può portare benessere e benefici al nostro organismo.

Vorrei concludere ricordandovi che è buona norma, in assenza di patologie diagnosticate dal medico e dal momento che per le ragioni sopracitate è molto facile andare incontro ad una sua carenza, fare dei cicli con un integratore a base di magnesio e introdurre nella dieta gli alimenti che ne contengono una buona quantità, resta però da tenere presente che in caso di patologie cardiache e di problemi di insufficienza epatica o renale l'assunzione di magnesio è fortemente sconsigliata se non dietro un accurato consulto medico.

 

Grazie per l'attenzione.

Dott.ssa Flaminia Loi

top
Utilizziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Se continui la navigazione, acconsenti a ricevere tutti i cookie presenti sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.